Libertà Prima pagina

SILVIA È LIBERA


SILVIA È LIBERA
 
È tornata a casa, Silvia Romano. E ne sono sinceramente felice. Si sollevano polemiche perchè pare sia stato pagato un riscatto. Il che è sbagliato perchè se non se lo stato non tratta con le Brigate Rosse non dovrebbe trattare nemmeno con i Jihadisti.
Però al tempo stesso non posso fare a meno di domandarmi cosa avrei scritto se si fosse trattato di mia figlia. Probabilmente l’esatto contrario … e forse anche voi avreste fatto lo stesso.
E allora evitiamo di essere ipocriti e ammettiamo con noi stessi che, al posto di chi sta al governo, avremmo fatto la stessa cosa.
E chi dice di no vorrei proprio vederlo. Me lo immagino in una stanza dei bottoni con due bottoni di fronte. Uno blu che vuol dire vita per Silvia, e uno rosso che vuol dire morte.
Secondo me anche i più facinorosi di estrema destra premerebbero il tasto blu. Forse qualcuno, particolarmente incattivito dalla vita che ha vissuto, farebbe eccezione, ma la stragrande maggioranza la salverebbe.
Perchè? Perchè conosco gli italiani.
Spietati dittatori a parole e buoni nella realtà. E forse è proprio questa bontà di fondo che ci ha fatto meritare di vivere in uno dei luoghi più belli che esistano al mondo … l’Italia.
Del resto se chi ha provato a fare degli italiani un popolo di militari ha fallito, un motivo pure ci sarà.
Forse la rigidità non fa per noi, non è nel nostro modo di fare, non è nella nostra indole.
E allora perchè rifiutare ciò che siamo? E, soprattutto, perchè condannare incessantemente questo nostro modo di essere?
A me il cittadino italiano, non dispiace affatto. Anzi, mi piace. E aggiungo anche che non lo cambierei con nessun altro cittadino al mondo.
Perchè da altre parti, magari, saranno più bravi a parlare, ma nella realtà sono anche più freddi, più cinici, più calcolatori.
L’italiano, invece, forse sproloquierà la massima parte delle volte ma, nella realtà, è più genuino, più buono, più semplice … anche se spesso questa sua semplicità, a seconda dei casi, diventa ingenuità o superficialità.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.